Da sapere

Ci sono notizie che non circolano e che invece sarebbe bene lo facessero. Notizie che fanno bene al cuore e danno speranza al mondo.

Veniamo informati tramite il nostro parroco al termine della messa domenicale delle notizie che arrivano dall’Egitto.
Un insegnante di religione musulmana, amico di alcuni cristiani anche qui in Italia, con il quale il sacerdote ha parlato la scorsa settimana, ha avvertito che in Egitto sono state bruciate addirittura 60 chiese in pochissimo tempo. Fin qui ciò che (in parte) sappiamo. Ciò che non sappiamo è però che cittadini musulmani si sono accordati per mettersi davanti alle chiese formando una catena umana per evitare che vengano attaccate. Ciò che non sappiamo è che i cristiani hanno impedito che questo potesse accadere perché: “Le chiese noi le possiamo ricostruire, le vostre vite no”.

Questi gesti di scambio sono l’essenza del vivere insieme. La base di una convivenza che va oltre se stessa per divenire semplicemente vita. Perché la vita è fatta di diversità a ogni livello.

Io penso che queste siano cose che si debbano sapere e non posso non chiedermi perché non vengano portate a conoscenza. Ma temo che “Perché?” sia una domanda retorica.

Potremmo dire che una cosa non esiste solo perché non la conosciamo? No. Essa esiste. Per questo voglio diffonderla.
Non posso lasciare che una (dis)informazione falsa diffonda solo ciò che è male, cancellando il bene che viene fatto e che rappresenta la sola speranza che esista.
Il mio è un misero blog, non sono un giornalista e visto quanto accade nemmeno voglio esserlo, ma sono una persona. Una persona che ha il dovere e deve avere la volontà di lavorare per la Pace.

Una piccola goccia magari…

Annunci

Informazioni su Cose da Blog

Connesso un po' con tutto e tutti, perché così dev'essere, ma forse intimamente solo. In cerca. Sempre di qualcosa perché alla fine sono sicuro che non c'è alcun segreto e nulla è nascosto a coloro che vogliono vedere. Vedi tutti gli articoli di Cose da Blog

23 responses to “Da sapere

  • Silvia

    La convivenza di più religioni dovrebbe essere ovunque questa…..e se è possibile lì, chissà che non sia di esempio da tutte le altre parti!

  • Patrizia M.

    Verissimo, come notizie ci fanna sapere solo quello che fa loro comodo non rendendo noto tutto quanto per intero. E guarda caso quello che non viene divulgato e’ proprio la parte positiva che capita in mezzo allle tragedie. Notizie che possono dare forza e non fare cadere la speranza che in questo mondo si possa ancora convivere in pace con tutte le varie diversità che lo compongono. Grazie per averlo reso moto
    Pat

  • ely1space

    Buongiorno Umberto,
    ho letto con piacere queste tue parole e le ho ripubblicate sperando che arrivino attraverso la ramificazione che è la rete al maggior numero di persone possibile. Perché non ha molta importanza a che religione si appartiene o quale fede politica si fa propria, l’essenziale è apparteniamo alla Famiglia Umana e purtroppo quasi sempre ce ne dimentichiamo.
    Buona Domenica
    Elena

    • Cose da Blog

      È vero Elena.

      Sulla religione ci sarebbe comunque tanto da dire, partendo dal suo significato

      • ely1space

        Mi piacerebbe avere uno scambio approfondito con te sulla religione e il suo significato.
        Io come molti sono stata battezzata e ho fatto la prima comunione, ma non la cresima perché diventare un soldato di Dio non mi attirava per niente! Benché fossi ancora una bambina non capivo perché avvicinassero i soldati a Dio. Le parole hanno la loro importanza come i fatti che da esse scaturiscono.

        • Cose da Blog

          In realtà si diventa “Soldati di Cristo”, non di Dio. La differenza pur piccola è sostanziale. Anche io non volli fare la Cresima perché non mi sentivo pronto. Attesi poi fino al matrimonio, con alcune scene carine tra la suora che teneva il corso e me. Le ricordo ancora con piacere.

          Religione, Fede, umanità, divinità, vita comune, semplicità, Amore, Dio, sono tutti argomenti che sarebbe bellissimo poter discutere. Ci vorrebbe proprio il teletrasporto. Però… Siamo tutti in Italia, no?

          • ely1space

            Sai penso di aver perso qualcosa lungo la strada del mio vivere chiudendo le porte alla religione per “colpa di qualche gerarchia religiosa”. Ma forse la porta non è completamente chiusa se ne continuo a parlare.
            Ciao

          • Cose da Blog

            Il problema delle gerarchia religiosa é grande… Ma il suo compito è solo quello di fungere da dito verso la meta e “quella” porta non è mai chiusa

          • ely1space

            Non capisco quale sia il vero compito della gerarchia se anche un teologo come Vito Mancuso non le risparmia aspre critiche nel suo “Obbedienza e libertà” (Critica e rinnovamento della coscienza cristiana)

            http://www.vitomancuso.it/

          • Cose da Blog

            Difficile guidare un miliardo di persone senza una gerarchia.

            Io credo che il grande colpo alla sua missione essa l’abbia ricevuto quando Costantino la fece diventare religione dell’impero. Il passo successivo, il potere secolare, è stato terribile

    • Cose da Blog

      E… Buona domenica anche a Te

  • kundstar

    Il mare è fatto di piccole gocce.
    Lavorare per la Pace, è anche scrivere questa testimonianza. Essere portatori di Pace è anche questo. Piccoli gesti forse, il racconto di quanto accade, ma che sa portare un po’ di speranza dove sembra non ce ne sia più… Bello aver letto questa testimonianza: porta Speranza. Ed è tutto ciò di cui ogni essere umano ha bisogno. Possa esserci vera Pace. Preghiamo perché possa davvero arrivare.
    Grazie per il tuo scritto.

    Buona domenica

  • Monique

    Allora una piccola speranza resiste ancora?
    Forse, non diffondere notizie fa parte del gioco, se si sapessero queste cose come faremmo poi ad alimentare le distanze, la diffidenza, l’astio e tutto ciò che favorisce una guerra?

    • Cose da Blog

      Sono convinto sia come dici tu. Per questo ci furono quelle norme per equiparare i blog ai giornali, alfine di poterli poi chiudere.
      In un mondo come quello di oggi, dominato da informazioni gestite dai media non rimane che tornare all’incontro fisico e poi diffondere il più possibile con ogni mezzo ciò che si apprende.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: