Archivi tag: buonanotte

Una carezza per la sera

“Io sono nata zingara, non ho posto fisso nel mondo, ma forse al chiaro di luna mi fermerò il tuo momento, quanto basti per darti un unico bacio d’amore.”

(Alda Merini)


Buonanotte

… E poi ci sono quelle giornate che non puoi dire sarebbe stato meglio non fossero mai iniziate soltanto perché ritieni che tutto quanto accade nella vita sia necessario …

Mah!

Buonanotte


Una carezza per la sera

20121104-184844.jpg

“Vorrei scriverti una canzone ma non so scrivere grandi canzoni, ti scriverò un sogno, so fare grandi sogni”

(Guido Prussia)


Buonanotte…

 

E’ tempesta

nel cuore

venti forti a soffiare

è scompiglio

è ondata

è un mare a schiantare

e ti voglio e ti prendo

son profeta

son mago

so ch’attendi

impaziente

sulle sponde d’un lago

m’avvolgi d’amore

t’apri

e m’addentro

calda selva ch’è in fiore

il mio incedere

è lento

e ti voglio e ti prendo

mio chimerico

sogno

desiderio ch’è immenso

nel tuo ermetico

scrigno.

.

(Mario Contini)


Una carezza per la sera

“Ogni tanto sostava nei suoi occhi. Era riposante rimanere qualche istante in quello sguardo dolcissimo”

(Paola Felice)


Alda Merini

A volte succedono cose strane: un incontro, un sospiro…
un alito di vento che suggerisce nuove avventure della mente e del cuore.
Il resto arriva da solo, nell’intimità dei misteri del mondo.

(A. Merini)


Una carezza per la sera

“Insegnerai a Volare, ma non voleranno il Tuo Volo. Insegnerai a Sognare, ma non sogneranno il Tuo Sogno. Insegnerai a Vivere, ma non vivranno la Tua Vita.
Ma in ogni Volo, in ogni Sogno e in ogni Vita, rimarrà per sempre l’impronta dell’insegnamento ricevuto.”
(Madre Teresa di Calcutta )

Una carezza che nasce da una riflessione stasera. Madre Teresa utilizza un termine che secondo me non è corretto: “insegnare”. Io credo che non si possa insegnare, a nessuno. La tecnica si insegna, la vita no. Si può vivere e dare un esempio. Il cuore del significato però non cambia, anzi si rafforza.

Parlo da genitore, da padre: dal primo giorno di vita di mia figlia vivo tra il desiderio di immutabilità e la curiosità di vedere che donna diventerà, con il nostro pervicace impegno a non creare un nostro clone. Cosa c’è di più bello? Cos’altro se non seguire quel volo vale una vita?

Ecco qui la carezza: quel volo. Per noi genitori, ma anche per gli altri educatori (non riempite, svuotate) e persino per chi figli non ha, poiché i bambini sono il sorriso di tutti.

Possa quel sorriso, unito a una dolce carezza o a un bacio anche da parte mia, essere la culla della vostra buona notte.

20121104-111442.jpg

 

SigilloPiccolo


%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: