Archivi tag: sesso

Senryu erotico

UmideGocce

.

umide gocce

sfavillante vestigia

d’intenso ardore

SigilloPiccolo


Buongiorno

“Amore è stare svegli tutta la notte con un bambino malato. O con un adulto molto in salute”

(David Frost)


Carnevale

maschera_carnevale

 

Perso negl’occhi

La voluttà m’avvolge

Chi sei? Chi sarò?

SigilloPiccolo


Buongiorno

“Non conviene fare sesso. Dura poco, si fa una gran fatica e la posizione è ridicola.”

(Luciano De Crescenzo)


Dentro di me

T’amo e ti voglio senza sosta
Già s’aprono le bocche e
Le lingue si rincorrono mentre
Le tue dita dentro di me
Mi scavano l’anima

SigilloPiccolo


Senryu vagamente …

20121127-230201.jpg

In anfratti bui

Nascosti agli sguardi

l’apice di noi


Filastrocca per le donne

il 25 Novembre è stata una giornata importante. Un giornata che ha voluto mettere il Focus sulla violenza sulle donne.
Non ne ho parlato prima perché in tutta onestà non sapevo cosa dire senza finire nello scontato e poi non so come parlare di qualcosa che non capisco.
Non capisco come possa il debole uccidere il forte.
Non capisco perché si debba contrapporre anziché armonizzare.
Non capisco perché ci si indigni per il mondo islamico terribilmente contro le donne e poi serva una giornata qui in Italia per ricordare che ne viene uccisa una ogni tre giorni. UNA DONNA OGNI TRE GIORNI MUORE PER MANO DI UN UOMO! E quante vivono in un universo di dolore, con segni non visibili che finiscono di solito sempre nella più completa solitudine.

Credo si sia visto che a me le donne piacciono. Non le ritengo perfette, non le esalto, né amo lo facciano da sole, ma ne rispetto la meraviglia e spesso rimango affascinato dalla loro forza, quando non si dimenticano anche la dolcezza.

Non sopporto le uome, ma sono ammirato da quelle creature, e sono tante, la maggioranza delle mie conoscenze, in grado di essere talmente poliedriche da lasciarci quasi imbambolati. (Non tutti…) e quanto riescono lo stesso a essere leggiadre.

. . .

Un uomo che scrive di donne è un po’ come Virgilio che insegna ai contadini il loro mestiere.
Non fa per me.
Però, per quell’amore che provo per queste strane creature “senza coda” (“Dio ce ne guardi” diceva mio nonno…) volevo poter fare una dedica, così mi è nata questa cosa strana. Non è una poesia (per quella ci vogliono i poeti), non sono versi impegnati, è… Una filastrocca.
Spero possa piacere ed essere capita per quelle che sono le mie intenzioni.

Donne da amare
Da stare a guardare
Che basta un sol gesto
Per farti morire

Donne che volano
Amano e stirano
E in ogni contesto
Ti sanno stupire

Donne che piangono
Ma sempre ti stringono
Quant’anche non chiesto
Ti sanno guarire

Donne da amare
Donne da urlare
Che a essere onesto
Mi fanno impazzire

Tutto qui.

Grazie alle donne che passano ogni tanto di qui. Grazie a quelle che passano sempre.

Che gioia averVi qui!


%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: