Archivi tag: italia

W L’Italia, W i Bersaglieri!

20140602-111428-40468914.jpg


Eppure qui…

20140417-201455.jpg

C’è ancora la pista di atletica dove mi allenavo e correvo le mie gare, alternando qualche figuraccia a qualche vittoria e ridendo sempre insieme ai miei compagni, anche quando dopo i 400 m il cuore sembrava voler continuare la sua corsa al di fuori del corpo.
Ci sono ancora le tribune e gli spogliatoi e la gabbia dalla quale un disco lanciato male colpì in testa una ragazza, tranquilla al di fuori dello spicchio di campo gara.
C’è ancora la postazione dello starter, allo sparo del quale in cinque ci fingemmo morti.
C’è il mio completo di atletica regalo per il diciottesimo dei miei compagni di liceo.
C’è la mia tuta nuova della A.S. Brescia, consegnata e indossata un 20 Maggio caldissimo, perché i soldi quelli erano e si era dovuto scegliere un tessuto solo. Che caldo!

Ci sono ancora i miei ricordi.

Purtroppo c’è anche questo

20140417-202328.jpg

Il “mio” campo di atletica è il Campo Calvesi di Brescia.
Sull’erba sulla quale stanchi ci sdraiavamo a guardare il cielo oggi nemmeno si può camminare, perché il rischio è la morte. Come quella che colpisce troppi in quelle zone troppo vicine alla Caffaro e al suo Pcb.

Eppure qui…

Eppure qui un giorno una gremita curva gridò di gioia, perché una ragazza di Verona scalò il cielo, portando un sogno a 2,01 metri. Nuovo record del mondo di salto in alto.

Quanti sogni questo Paese riesce a distruggere? Quante nubi cerca di mettere a coprire il sole di uno spessissimo fulgido passato?
Non mi adeguo, non ne sono capace. Non voglio esserlo.

Mi tengo i miei ricordi e cerco di trasformarli in azioni per il futuro.
Possiamo forse fare altro?

Ah, l’avete capito: quella ragazza si chiamava, si chiama, Sara Simeoni.


Verona

20140118-195451.jpg

20140118-195519.jpg


20120701-164240.jpg

Ci sono persone che muoiono per difendere lo Stato e poi ci sono i politicanti di oggi e di ieri… In memoria di …

Borsellino

Falcone

Moro

Dalla Chiesa

dei cittadini morti a Brescia

dei cittadini morti a Milano

dei cittadini morti a Bologna

dei militari morti perché mandati a difendere interessi economici nascosti sotto le insegne della Pace

dei cittadini non italiani uccisi da quei militari…

dei cittadini che ogni giorno muoiono un po’ di più perché sono soli, disperati perché gli vien tolto persino l’onore, da chi lo dovrebbe esaltare

In memoria dell’Italia, questo splendido Paese infettato da un morbo per il quale non si vede cura.

SigilloPiccolo


Buongiorno

«Noi italiani abbiamo dimenticato che la musica non è solo intrattenimento, ma è una necessità dello spirito.
Questo è grave perché significa spezzare delle radici importanti della nostra storia.»

(Riccardo Muti)


Sull’uscita dall’Euro

Da un po’ in effetti sono convinto che la Germania in primis, ma probabilmente le banche dietro di lei, stanno facendo sì che i paesi accedano alle proprie riserve aurifere per pagare il debito, anziché usarsele in proprio per produrre crescita.

Più o meno dallo stesso tempo mi chiedo se non ci siano gli estremi per una denuncia per alto tradimento ai nostri politici, perché l’incompetenza non spiega le mancanze di questi anni.

http://informatitalia.blogspot.it/2013/06/swiss-national-bank-se-litalia-uscisse.html?m=1

Umberto

Inviato da iCloud


Maiora Viribus Audere

 

Non lo ricorderò con il Silenzio…

Questo è il nostro inno, l’inno del Terzo Reggimento Bersaglieri.
Ho avuto l’onore di prestare servizio nel Terzo Reggimento Bersaglieri e forse nemmeno l’ho meritato fino in fondo, poiché solo tempo dopo ho capito davvero il suo significato.

Con il nostro inno e il nostro motto voglio portare il mio piccolo saluto al Capitano Giuseppe La Rosa.

 

MAIORA VIRIBUS AUDERE

 

FanfaraPalazzoloLutto

 

Umberto Babusci

(Foto della Fanfara di Palazzolo)


%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: