Archivi categoria: Cammino

Laudate Hominem

Senza riflessione è tutto inutile.

Senza comprensione è tutto inutile.

Senza silenzio è tutto inutile.

Senza condivisione è tutto inutile.

Senza impegno è tutto inutile.

Annunci

Sotto la Croce

Non fossi stato figlio di Dio t’avrei ancora per figlio mio…


L’orrore negli occhi

il più grande, che tu guardi, abbraccerà tuo figlio…


Dio ci precede

“Dio ci precede”

Che bello questo concetto espresso oggi da Papa Francesco.

La festa dei Re Magi ci ricorda che la Luce è sempre davanti a noi. Indipendentemente dal nome che Le diamo. Io userò quello di Dio, nell’accezione del “Grande Mistero” che mi piace tanto.

Dio è sempre davanti a noi.

Non è una situazione fissa. Non è una meta immobile da raggiungere, anzi.

È Dio che si mette in movimento verso di noi. Perché si muovono i Magi se non per una chiamata? Essi non si mettono in cammino perché non hanno altro da fare, ma cercano con precisione ciò che gli astri hanno detto loro di trovare. Essi sono stati chiamati a muoversi. 

Dio ci precede.

Egli sempre compie il primo atto e poi aspetta pazientemente che noi si compia il nostro passo. Ritengo che questo sia uno degli insegnamenti da tenere più presenti: non vi è altro che fare. Fare per primi. Senza aspettare per chissà quali diritti di dover solo ricevere. Il primo fare addirittura non è nemmeno verso gli altri, bensì verso noi stessi e fa rima con “andare”. Non rimanere fermi in attesa di un futuro inconoscibile, ma mettersi e restare in cammino con occhi, braccia e cuore aperto, verso quello che quel futuro ci riserva.

Buona festa dei Magi. Possa sempre splendere la Luce della Stella a luce e guida del Vostro cammino e come dice lo spazio riservato all’iscrizione a questo blog… “4 passi insieme…?”

Umberto


Ave Maria

20131208-184235.jpg


Tocca a noi

Più volte l’ho citato. Più volte ho pensato alle sue parole e alle sue azioni. Ritengo persone come “Madiba” un dono del cielo. Ora che non è più qui fisicamente, non possiamo che agire, per far sapere che abbiamo capito. Per dar luce a questo mondo che da solo sempre più sembra sprofondare nel buio. Ma non vuole. Lo so che non vuole.

Ciao “Madiba”
(con il profondo rispetto di chi avrebbe tanto desiderato conoscerti)

20131205-232731.jpg

La nostra paura più profonda
non è di essere inadeguati.
La nostra paura più profonda,
è di essere potenti oltre ogni limite.
È la nostra luce, non la nostra ombra,
a spaventarci di più.
Ci domandiamo: ” Chi sono io per essere brillante, pieno di talento, favoloso? ”
In realtà chi sei tu per NON esserlo?
Siamo figli di Dio.
Il nostro giocare in piccolo,
non serve al mondo.
Non c’è nulla di illuminato
nello sminuire se stessi cosicchè gli altri
non si sentano insicuri intorno a noi.
Siamo tutti nati per risplendere,
come fanno i bambini.
Siamo nati per rendere manifesta
la gloria di Dio che è dentro di noi.
Non solo in alcuni di noi:
è in ognuno di noi.
E quando permettiamo alla nostra luce
di risplendere, inconsapevolmente diamo
agli altri la possibilità di fare lo stesso.
E quando ci liberiamo dalle nostre paure,
la nostra presenza
automaticamente libera gli altri.

(Nelson Mandela)


La morte non è niente

“La morte non è niente. Sono solamente passato dall’altra parte: è come fossi nascosto nella stanza accanto. Io sono sempre io e tu sei sempre tu. Quello che eravamo prima l’uno per l’altro lo siamo ancora. Chiamami con il nome che mi hai sempre dato, che ti è familiare; parlami nello stesso modo affettuoso che hai sempre usato. Non cambiare tono di voce, non assumere un’aria solenne o triste. Continua a ridere di quello che ci faceva ridere, di quelle piccole cose che tanto ci piacevano quando eravamo insieme. Prega, sorridi, pensami! Il mio nome sia sempre la parola familiare di prima: pronuncialo senza la minima traccia d’ombra o di tristezza. La nostra vita conserva tutto il significato che ha sempre avuto: è la stessa di prima, c’è una continuità che non si spezza. Perché dovrei essere fuori dai tuoi pensieri e dalla tua mente, solo perché sono fuori dalla tua vista? Non sono lontano, sono dall’altra parte, proprio dietro l’angolo. Rassicurati, va tutto bene. Ritroverai il mio cuore, ne ritroverai la tenerezza purificata. Asciuga le tue lacrime e non piangere, se mi ami: il tuo sorriso è la mia pace.”

(Henry Scott Holland)


%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: